Seconda R: tonfo Cadore, S. Vittore in vetta

Dopo due giornate, cambia nuovamente padrone il girone R di Seconda categoria: a guardare tutti dall’altro basso è ora il S. Vittore. Il Cadore va ko a Mas mentre la squadra di Rozjiar supera di misura un Castion in difficoltà. 

Partiamo dal tracollo del Cadore: a Mas arrivava una squadra ancora imbattuta e reduce dalla preziosissima vittoria di Agordo, di contro il Fiori Barp aveva si vinto a Lentiai, ma senza convincere. Oggi la squadra di De Battista ci ha messo mezz’ora a stendere quella di Ben: prima il calcio di punizione di Piaz, poi Fratta, ancora Piaz e infine Ndiaye. Poker servito e Cadore che praticamente dai entra in partita, cadendo per la prima volta in questa stagione. Per la squadra di De Battista potrebbe essere la svolta verso un campionato fin qui anonimo, ma che comunque la vede a sole 4 lunghezze dal primo posto.  Ad approfittare dello scivolone dell’ex capolista è il S. Vittore: Perotto ancora a segno e Castion ko. Squadra di Rozijar che rimane l’unica a non avere ancora perso, e che ancora una volta mantiene inviolata la propria porta: solo due i gol subiti nelle prime 7 giornate. Di contro l’attacco non segna tantissimo rispetto alle altre formazioni di vertice: 12 i gol segnati, di cui 6 solo alla prima giornata contro la Fulgor. Per il Castion, invece, altra sconfitta dopo il pesante poker incassato dal S. Michele: solo tre punti nelle ultime 5 gare, dopo le due vittorie iniziali. La squadra di Signoretto si trova a quota 9: la classifica cortissima fa in modo che nulla sia ancora precluso, di certo serve cambiare marcia. Vince la Fulgor, che veniva dalla sconfitta in casa del Feletto: 2-0 sulla Sospirolese grazie a Padovan e Bortot. La squadra di Paulon (di gran lunga quella con il miglior attacco del campionato), rimane al terzo posto alla pari del S. Michele (battuto il Feletto 4-2). Pesante il ko dell’Agordina: a Revine Lago il Tarzo passa 3-1, con la squadra di Cassarino capace di andare a segno con Del Din a gara ormai ampiamente compromessa. Secondo ko consecutivo per l’Agordina, agganciata a quota 10 proprio dal Tarzo. Torna a vincere il Comelico, che ribalta l’iniziale vantaggio del Sarmede grazie a Pellegrina ed alla doppietta di Buzzo Contin.  E’ un pirotecnico 3-3 quello a cui danno vita Gemelle ed Alpina: la squadra di Da Rold (qualcosa da registrare in difesa, 7 gol incassate nelle ultime due gare) veniva dal brutto scivolone interno contro il Tarzo. Gemelle che invece veniva da tre risultati utili consecutivi. Il doppio vantaggio dei giallo-blù dopo nemmeno un quarto d’ora (Rexhaj e Markovic) faceva presagire una vittoria nemmeno troppo complicata per l’Alpina, ma la squadra di Isotton ristabilisce la parità (Conti e Palushi). Alpina nuovamente in vantaggio ancora con Markovic, nuovo e definitivo pareggio di Palushi. Può finalmente esultare il Lentiai: la squadra di Sommacal espugna il campo dell’Itlas di Luca Redi e riesce finalmente a cancellare lo 0 dalla casella dei punti.

 

 

  • FIORI BARP – CADORE 4-0 
  • COMELICO – SARMEDE 3-1 
  • F. FARRA – SOSPIROLESE 2-0 
  • GEMELLE – ALPINA 3-3  
  •  ITLAS – LENTIAI 0-1
  • S. VITTORE – CASTION 1-0 
  • TARZO – AGORDINA 3-1
  • S. MICHELE – FELLETTO 4-2 

2r

PROSSIMO TURNO

  • Agordina – Fiori Barp
  • Alpina – Itlas
  • Sarmede – F. Farra
  • Castion – Tarzo
  • Lentiai – S. Vittore
  • Sospirolese – Gemelle
  • Feletto – Comelico
  • Cadore – S. Michele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi