Seconda R, la 4^ giornata

Come di consueto, dalla pagina Facebook “Seconda categoria Veneto girone R”, riprendiamo l’analisi dei prossimi 90 minuti della Seconda Categoria R: spicca la sfida tra le capolista Castion ed Agordina

“La paura dell’infinito è una forma di miopia che distrugge la possibilità di vederlo realmente. ”
G. Cantor
Nel percorso di un’esistenza si concatenano eventi, alcuni segnanti più di altri. Il primo di questi nella vita di questa Seconda R accade domenica.
Un elenco non è mai profondo abbastanza per rendere onore e trasmettere importanza, ma può essere impattante dal punto di vista comunicativo. Ecco perché serve sottolineare che ci sono tre squadre al comando con sette punti dopo tre gare, due di queste domenica collidono in un scintillante pomeriggio sulle pendici del Nevegal: USD Calcio Castion – USD Agordina e basta questo per accendere la miccia. Aggiungiamoci che sulla panca biancoceleste siede Giorgio Cassarino, fino a dieci mesi fa mister proprio al Savaris dove si giocheranno questi incandescenti novanta minuti.
La terza capofila, la prima per differenza reti, e di Unione Sportiva San Vittore stiamo parlando, compirà il viaggio più lungo e coprirà i 100 km che dividono Anzù da Lacuna di Comelico. Non solo la logistica, ma anche le difficoltà portate da ambiente e avversario. Il US Comelico Calcio è una neopromossa organizzata e imbattuta. Ha 5 punti, e in casa ha battuto il TRL e fermato sullo 0-0 il conclamato Fiori Barp. Su quel sintetico nulla è precluso agli uomini di Denis de Bettin.
Poi l’inseguitrice primaria, il U.S. San Michele Salsa di mister Domenico del Puppo e della coppia Miki Sansoni-Daniele Del Puppo. Due vittorie in casa e una sconfitta in trasferta, a Sarmede. Ora il secondo viaggio, di angosciante difficoltà. La prima in provincia di Belluno dei vittoriesi è a La Rossa, dimora dell’ Alpina Belluno dove domenica scorsa è caduto, con boato al seguito, il Fiori Barp. 5 è la quota dei gialloblu di Dino Da Rold con un calendario difficilissimo alle spalle. Ora un’altra grande sfida.
Dal punto di vista emotivo però il top si tocca a Gron di Sospirolo, al Cicci Vigne c’è il derby. Quello vero, quello autentico, uno dei tre grandi derby che questa stagione di Seconda R propone. Sospirolese vs Fiori Barp Mas. La Sospirolese Calcio – ASD Sospirolese FIGC di Alessandro Lista e la sua scalata per la salvezza contro le ambizioni, la forza, il potenziale, le giocate del grande Fiori Barp Mas 1961 di Alessandro De Battista. La gara che più delle altre raccoglie i cuori, i novanta minuti che nella passata stagione si giocavano per ultimi e che a tutti gli effetti costarono i play-off agli arancioblù, allora guidati da Sacchet. Voglia di rivincita a 260 gradi dunque per Triches Maurizio, Roberto Piaz, Tasi Momo Ibra, Neymar Ndiaye Douda e compagni. Dopo i primi tre punti però la Sospirolese è compatta e risponderà al fuoco.
Poi il F.C. Cadore 1919 che è a 5 e cova voglia di ribadire la propria forza, che è tanta. Viaggio alla dogana della Sinistra Piave, dove sorge Lentiai. Primi guai per Stefano Sommacal. Il suo Lentiai Calcio Football CLUB è fermo a zero, unico fanalino di coda del campionato. Agonismo, aggressività e voglia di rivalsa sono gli ostacoli principali che dovranno affrontare i cadorini.
Derby trevigiano in via Fracas. Il A.S.D. Calcio Sarmede ospita il TARZO REVINE LAGO. 4 punti per i rossoblù, con un paio di buonissime prestazioni, compreso l’ultimo pari ad Anzù di Feltre (prima squadra a fermare il San Vittore), 1 punto per i ragazzi di Davide Maschio dopo la sanguinosa gara persa in casa con la Sospirolese.
U.S. Fulgor Farra – ITLAS S.Giustina Serravalle al Canevini può produrre spettacolo, soprattutto dopo la prima vittoria degli alpagoti a Mel e il numero zero a fianco della parola successi per i trevigiani di Luca Redi. Può partire davvero da qui la stagione di una delle due avversarie. A quota 4 gli uomini di Paulon, solo 2 punti per i trevigiani.
Chiude Union Feletto Vallata – ASD Gemelle 2015 che di autentica sfida salvezza si parla. Almeno per quello visto fino adesso. 3 punti per i trevigiani di Girotto, 1 per la truppa di Isotton.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi