Union Feltre: l’importanza di puntare sul settore giovanile, il programma della prossima stagione

PIERO PALUDETTO, O LA BONTA’ DI UN PROGETTO
Domenica Piero Paludetto, classe 2000, ha assaggiato la serie D, sul campo di Este, quasi un’ora a scorrazzare su e giù per la fascia. Due giorni prima era arrivata in sede una carta, intestata FIGC, Lega Nazionale Dilettanti: Piero Paludetto viene convocato per il raduno della Rappresentativa Nazionale Under 17, Pomezia (Roma), dal 15 al 17 maggio. Lì, il selezionatore Fausto Silipo farà un’ulteriore scrematura e stabilirà, tra tutti i classe 2000 presenti, quali indosseranno la maglia azzurra nel Torneo Internazionale di calcio giovanile di Cava dei Tirreni (Salerno), dal 5 al 12 giugno. Tra parentesi: manca l’ufficialità, ma pare davvero una questione soltanto formale, riguardo al fatto che una di quelle casacche verrà indossata da Alex Cossalter, le cui attitudini mister Silipo ha potuto abbondantemente testare prima a Coverciano -novembre 2016- poi al Trofeo Beppe Viola di Arco -lo scorso marzo.

E Piero? Piero è un altro ragazzo che, nel corso della stagione, qualche trasferta supplementare ha gaiamente dovuto accollarsela. Era la fine di dicembre quando rispose alla prima chiamata della Rappresentativa Allievi Regionale, e con lui partirono proprio Cossalter, Boschet e Trevisan. Ne seguirono delle altre, tutte in fila senza che ne mancasse una, fino al termine dei campionati. Paludetto è l’ennesima dimostrazione e conferma di come l’Union Feltre stia lavorando a livello di vivaio.

Torniamo su quanto già esposto all’inizio della stagione, perchè sono aspetti che l’Asd Union Feltre considera niente meno che centrali. La fusione tra Union Ripa la Fenadora e Feltrese ha consentito di sposare due dimensioni, fin lì autonome, di assoluto pregio: una Prima Squadra già da qualche anno in serie D, un settore giovanile da sempre florido. A livello numerico, il settore giovanile verdegranata è il più ampio in provincia. A livello di strutture, può contare su impianti e campi da gioco di prima qualità. A livello di staff, richiede ai propri tecnici uno standard formativo in grado di garantirne competenza e qualità della proposta educativa. Ma vale la pena compiere una rapida escursione su come verrà strutturata la stagione sportivo-agonistica 2017-2018.

Una premessa, prima di passare al discorso prettamente calcistico: nella sede sociale di via Negrelli, l’Asd Union Feltre prevede la presenza di due dottoresse in psicologia dell’età evolutiva, che faranno da costante supporto ai ragazzi in una fase del loro sviluppo particolarmente meritevole di attenzioni. Sarà inoltre compito di un tutor assisterli nell’organizzazione e nello svolgimento dei compiti assegnati loro dagli istituti scolastici d’appartenenza, attività che potrà realizzarsi in un locale dedicato all’interno della sede stessa. Ricordiamo a proposito che qualsiasi ragazzo residente in provincia di Belluno, nell’alto Trevigiano o nella Valsugana potrà godere del servizio-trasporto garantito dalla società, dal campo d’allenamento fin sulla porta di casa.

Passiamo dunque all’attività sportiva in senso stretto: due campi in sintetico su cui giocare ed allenarsi, tre palestre (istituto canossiano, scuola di Pedavena, scuola di Seren del Grappa) per gli atleti più piccoli durante l’inverno. La stagione 2017-2018 prenderà il via il 1 agosto per chiudersi addirittura il 10 di giugno 2018, con l’appendice di diversi tornei giovanili. Unico momento di pausa, le due settimane in cui cadranno le festività natalizie.

Così sarà suddivisa l’attività del settore giovanile: per i nati dal 2009 al 2013, Primi Calci; per i 2007-2008, Pulcini; per i 2005-2006, Esordienti; 2003 Giovanissimi Elite; 2004 Giovanissimi Sperimentali; 2001 Allievi Elite; 2002 Allievi Sperimentali; 1999-2000, Juniores Nazionali. E’ bene ricordare che, dal secondo anno di Pulcini in avanti, ogni squadra di ogni categoria potrà contare su quattro figure altamente specializzate, che ne dirigeranno l’attività in tre allenamenti settimanali: l’allenatore responsabile, l’allenatore in seconda, il maestro della tecnica ed il coordinatore motorio. Per i ragazzi più piccoli, gli allenamenti previsti sono due, più i cosiddetti “raggruppamenti”, spazi cioè di interazione tra le diverse squadre ed età.

L’Asd Union Feltre si pone, per la stagione a venire, precisi obiettivi sportivi: finire entro le prime 3 classificate nei campionati Elite di Giovanissimi ed Allievi. Traguardo che permetterebbe, nel campionato successivo, di accedere alla “fascia A” e di potersi così confrontare con le squadre giovanili di club professionistici, motivo insieme d’orgoglio e di conseguente crescita calcistica.

Per qualunque informazione, l’Asd Union Feltre invita a rivolgersi presso la sede sociale di via Negrelli, oppure ai seguenti recapiti: telefono cellulare 329 4038000, indirizzo mail giovanili@unionfeltre.it. Verrà fissato un appuntamento con uno dei responsabili del settore giovanile, che si premurerà di illustrare nel dettaglio il modus operandi che l’Union Feltre adotta per i suoi calciatori più giovani. Le famiglie che volessero visitare le nostre strutture, ed osservare con i propri occhi gli standard cui si attengono le nostre attività di allenamento, sono naturalmente le benvenute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi