Trofeo Nicolli, il ringraziamento di Zanin: “Mai così orgoglioso, grazie ragazzi!”

Soddisfazione ed emozione per Orazio Zanin all’indomani del brillante terzo posto ottenuto dai giovanissimi al Torneo Nicolli in quel di Jesolo. Il delegato FIGC si dichiara emozionato ed orgoglioso per questo risultato, frutto di mesi di lavoro da parte di ragazzi e staff.
“Dicevo ai ragazzi prima della finale per il terzo posto che ero orgoglioso di  loro, bravi per avermi emozionato in questa bellissima avventura durata oltre 5 mesi e racchiusa in tre giorni del torneo Nicolli.
5 mesi duri, difficili dove le difficoltà sono state tantissime per mettere insieme 20 ragazzi che potessero esaltare il lavoro delle società bellunesi , dei tecnici bellunesi  edei tanti giovani calciatori del nostro territorio. Le rappresentative servono per mettere in luce i talenti ma servono anche da stimolo per i tanti ragazzi che sono rimasti a casa e per quelli che nei prossimi anni faranno parte di questa “nazionale”

Un risultato che premia il lavoro delle società bellunesi, dunque…
“Fare risultato serve per dare luce al tanto lavoro delle società che investono nei giovani e l’ ottenere in questi ultimi anni una vittoria e due terzi posti nel Nicolli vuol dire che a Belluno si lavora tanto e si lavora bene . Belluno è la delegazione piu’ piccola nel Veneto. 2500 tesserati nel settore giovanile. Padova ha 12000 tesserati , Treviso 11000 , Verona 15000 , Vicenza 10500 , Rovigo 3200 , San Dona’ 3500 , Venezia oltre 6000, Bassano 4000 e malgrado questo siamo li , sempre li a giocarcela con tutti.

Un successo da condividere con tante persone che hanno permesso di raggiungere questo traguardo
“Il grazie va ai miei allenatori , ai miei preparatori , ai miei osservatori ,ai miei collaboratori ma anche ai tecnici di tutte le società bellunesi che ci aiutano che ci danno informazioni,che preparano i ragazzi durante l’ anno e che seppur non nominati sono sul territorio e sono in contatto con la federazione per portare il Loro contributo.
Ma il grazie va ai ragazzi. Vi assicuro che le preoccupazioni ad inizio anno erano tante .
Raccontare le settimane che passavano e non riuscire a creare i presupposti per fare bene . Poi nell’ ultimo mese gli aggiustamenti giusti , il cambio di marcia il cambio di mentalità di molti ragazzi , le ultime scelte sofferte ma necessarie, l’ ultimo allenamento a Castion sotto la pioggia battente , la grinta la determinazione la voglia: lì abbiamo capito tutti che c’eravamo , avevamo LA SQUADRA.
Sono stati dei grandi davvero , coesi,determinati in campo ma bravi anche come educazione e comportamento fuori dal terreno di gioco . Ragazzi che hanno cambiato passo, che hanno capito che si deve ragionare , pensare e agire da professionisti e in campo si è visto. Mai in questi 4 anni di delegato mi sono sentito orgoglioso di una formazione come questa, neanche quando si è vinto.

Ad un cero punto  però sembrava si potesse ambire anche a qualcosa di più…

“Con il senno di poi c’e la gioia ma , ma anche il rammarico . Aver perso con Venezia e il non aver raggiunto quei 13 punti dopo 24 ore ci fa capire che forse abbiamo perso una grande occasione.
Ma va bene cosi . Tanti ragazzi di quei 20 a Jesolo ieri erano nessuno oggi sono calciatori con C maiuscola. Il ricordo di questo torneo per tutti sarà indelebile perché per loro sono stati tre giorni vissuti alla grande.
GRAZIE RAGAZZI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi