Serie D: tonfo Union Feltre, goleada Belluno

Una vittoria ed una sconfitta: questo il bilancio per le formazioni bellunesi impegnate nella decima giornata di campionato di Serie D. Tonfo esterno per l’Union Feltre: avanti 3-1, i ragazzi di Pagan riescono a farsi rimontare e addirittura a perdere 4-3 contro il Delta.

Vince 6-2 il Belluno, che però ancora una volta, dopo esser stato in vantaggio, si fa rimontare due reti prima di dilagare nel secondo tempo.

Partiamo dall’Union Feltre: sembrava fatta, sopo i primi 45 minuti: squadra di Pagan avanti 3-1 grazie ai gol dei tre attaccanti Rizzo, Cossaltger e Calì, almeno altre tre palle gol sciupate e prestazione positiva. La partita sembra in pugno, ma nella ripresa l’Union di fatto dimentica di scendere in campo. Poco più di dieci minuti e il Delta va a degno due volte, pareggiando l’incontro. A dieci minuti dal termine il calcio di rigore trasformato da D’Alessandro sancisce il definitivo sorpasso: 4-3 e seconda sconfitta nelle ultime tre partite per l’Union. I tre punti, che sembravano ampiamente alla portata, avrebbero permesso di mettere una distanza rassicurante dalla zona play-out e magari dare un’occhiata alle zone alte della classifica. Ora invece c’è, almeno per il momento da guardarsi alle spalle: la zona play-out è a tre punti, ma la classifica è corta ed una vittoria permetterebbe di riportarsi nuovamente alla larga dalla zona pericolo, ma domenica contro il Legnago sarà assolutamente necessario fare bottino pieno.

Riscatta invece la sconfitta di Este (con cui condivide il terzo posto) il Belluno. 6-2 il finale contro la Clodiense, ma i giallo-blù nel primo tempo hanno fatto di tutto per complicarsi la vita. Avanti di due reti (Corbanese su perfetto cross di Masoch, e Sciancalepore) dopo neppure un quarto d’ora, la squadra di Baldi subisce il pareggio nel giro di dieci minuti. A trovare il nuovo vantaggio ci pensa Masoch: tiro da oltre trenta metri e palla sotto l’incrocio dei pali. Nella ripresa è un monologo gialloblù, con Corbanese che sale in cattedra segnando altri due gol (prima tripletta in serie D per il Cobra) e con Pramparo che chiude i conti in pieno recupero. 

Come detto, il Belluno si mantiene al terzo posto alla pari dell’Este: la capolista Virtus perde contro il Tamai (squadra veronese che ha raccolto solo un punto nelle ultime due giornate) ed ora la vetta è a soli tre punti. Certo, gli obiettivi probabilmente sono altri, ma la classifica dice che dopo 10 giornate il Belluno è lì, vicino alla vetta. Rimane qualche lacuna in fase difensiva: se il reparto avanzato è ora il migliroe del campionato (27 gol), la difesa subisce ancora troppo (è la quarta peggior difesa: solo Abano, Ambrosiana, Clodiense (le ultime tre della classe) e Liventina hanno fatto peggio.

Domenica prossima sfida contro l’Adriese, chesegue i gialloblù con sole due lunghezze di svantaggio: un test importante per continuare a sognare

  • BELLUNO – CLODIENSE 6-2  8, 43, 66′ Corbanese (B), 14′ Sciancalepore (B), 24 ‘ Del Carro (C), 37′ Farinazzo (C), 39′ Masoch (B),95’ Pramparo (B)
  • DELTA – U. FELTRE 4-3   Vuthai (D), Rizzo (U), Cossalter (U), Calì (U), Mboup (D), D’Alessandro 2 (D)
  • ABANO – AMBROSIANA 1-2 
  • MONTEBELLUNA – C. MUZANE 1-0 
  • C. NOALE – CAMPODARSEGO 1-4 
  • LEGNAGO – ADRIESE 2-1 
  • LIVENTINA – ESTE 0-3 
  • MANTOVA – ARZIGNANO 1-1 
  • V. VECOMP – TAMAI 1-3 

 

d

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi