Serie D, domenica il Careni di Tibolla al Polisportivo: ” Crediamo nella salvezza”

Belluno – Careni: a guardare la classifica una sfida salvezza. Il Careni occupa l’ultimo posto ed è distante sei punti dalla zona play-out, il Belluno invece dalla zona pericolo ha un vantaggio di un solo punto.  La squadra di Vecchiato sta però attraversando un periodo positivo (3 vittorie nelle ultime 4 gare), la squadra trevigiana viene dal pari acciuffato in extremis contro il Vigasio: un punto che serve a poco in termini di classifica, specie per una squadra che fatica terribilmente a trovare la via del gol (solo 15 gol in venti gare). Proprio all’andata la squadra dell’allora tecnico Conte ottenne la sua prima vittoria in campionato.
Della sfida di domenica, e non solo, abbiamo parlato con Alberto Tibolla, il centrocampista di Sedico da quest’anno in forza proprio al Careni, dopo l’esperienza con la vittoria della Serie D lo scorso anno a Gubbio.
TIBO
La partita di domenica che importanza ha per voi? La vedete già come quasi un’ultima spiaggia?
 Il Belluno è una grande squadra, è in un periodo positivo, non è un ultima spiaggia ma verremo a giocare qui come se lo fosse, con la bava alla bocca e il coltello fra i denti
Qualche anno fa si era parlato di un tuo possibile arrivo alla corte di Vecchiato: come mai non è andato in porto? A riguardo c’è qualche rimpianto da parte tua?
Si, abbiamo avuto dei contatti ed ero molto vicino, poi non abbiamo trovato l’accordo su alcuni aspetti e non se ne è fatto nulla. Zero rimpianti perché sono andato in una grande squadra dove sono cresciuto e dove ho vinto questa categoria

Parlando ora del Careni: sei punti dai play-out e nove dalla salvezza diretta. Non un’infinità ma nemmeno pochi. E dopo il Belluno sfiderete Abano, Mestre e Virtus: la squadra ci crede? I mezzi per l’impresa,secondo te, ci sono?
E’ dura ma tutti ci crediamo. dopo la prima partita di ritorno con la triestina abbiamo visto che possiamo giocarcela con tutte e tutti,non guardiamo più se una squadra ha 5 punti più di noi o 40,adesso dobbiamo fare punti con tutte! E i mezzi li abbiamo ne sono sicuro..

 Il cambio di allenatore è servito? A tuo avviso qualcosa è cambiato?
E’ servito sicuramente sia come scossa per l’ambiente e per noi giocatori. Il mister è  preparato e sa quello che fa.Sono cambiate molte cose e ne sono contento!

Quali sono le difficoltà del Careni? La classifica rispecchia il reale valore della squadra? Cosa, secondo te, fin qui non ha funzionato?
Siamo partiti col freno a mano tirato e con poche idee, siamo stati anche molto sfortunati ma il nostro errore è stato sperare che la fortuna arrivasse da sola senza fare niente. Adesso siamo un’ altra squadra come grinta, come idee e come spirito!

 A livello personale, sei soddisfatto della tua stagione?
Personalmente si, sono abbastanza contento: gioco con continuità e sto facendo bene! Ovvio che più fa bene la squadra è più risulta facile per il giocatore rendere al meglio

Cosa si augura Tibolla, a livello personale e di squadra, per questa stagione? E per la stagione prossima?
 Per questa stagione ovviamente spero nella salvezza, per la prossima stagione è ancora presto, pensiamo al presente adesso che c’è molto lavoro duro da fare!

(Foto di copertina dal Corriere delle Alpi)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi