Semifinali Coppa Dolomiti, Piave eliminato: “Sfortunati negli episodi”

Sconfitta di misura in pieno recupero per il Piave, che non riesce nell’impresa di rimontare l’1-2 dell’andata contro la capolista, ma non sfigura affatto e cede al Cortina solo nel recupero. Piave che recrimina anche per un paio di episodi dubbi nell’area avversaria. Questo il commento alla gara dalla pagina Facebook del Piave:

Che peccato. Un grande Piave non riesce a compiere l’impresa di superare il Cortina capolista e si ferma ad un passo dalla finale di Coppa Dolomiti. Resta comunque una prestazione eccellente da parte di tutti, sia in campo che fuori, coi ragazzi in campo che hanno dato davvero tutto e il folto pubblico del Monumental ad incitare fino alla fine.
Primo tempo intenso, con le due difese attente e concentrate, e col Piave che da subito prende in mano il pallino del gioco dovendo per forza trovare il gol. Cortina che invece si affida al contropiede potendosi accontentare anche del pari. Ne esce una frazione equilibrata, in cui non si vede per niente la netta differenza in classifica, e in cui l’unica vera occasione (se si esclude un gol di Cardu annullato per fuorigioco) è neroverde: Rapezzi si libera appena dentro l’area e scarica un sinistro ad incrociare, la parata di Bernabè è un autentico miracolo.
Nella ripresa squadre un po’ più lunghe e disunite, ma è ancora il Piave a tenere le redini del gioco: Casagrande colpisce di testa nell’area piccola, ma deposita il pallone centralmente tra le mani del portiere. Cardu calcia una punizione che viene deviata dalla barriera, ancora una volta Bernabè sfodera una parata incredibile in controtempo. Altra occasione al minuto 70, con Rapezzi che tutto solo in posizione centrale svirgola malamente col sinistro. Al minuto 75 prima occasione del match per il Cortina, ma il bello scambio degli avanti ampezzani vede la conclusione di Lo Deserto finire fuori. Passano due minuti e l’arbitro non assegna un rigore assolutamente netto al Piave: Cardu sposta il pallone e viene sgambettato da un difensore, il direttore di gara non vede.
Il Piave continua a spingere e al minuto 88 reclama ancora. Cardu salta con un pallonetto il portiere in uscita, con quest’ultimo che lo travolge con la palla ancora in gioco e la possibilità di rigiocarlo da parte dell’attaccante neroverde, ma nonostante il pallone non finisca in rete per il salvataggio sulla linea l’arbitro non concede il rigore come da regolamento. Finale all’arrembaggio, ma nel recupero in contropiede il Cortina trova addirittura il gol della vittoria chiudendo i giochi.

Poco da dire, sfortunati negli episodi e poco cinici nelle occasioni avute, ma si è visto un grande Piave. Mancano quattro partite alla fine della stagione, con la stessa concentrazione e voglia di vincere ci possiamo togliere delle soddisfazioni.

Cortina che dunque contenderà il trofeo al Comelico, che nell’altra semifinale ha travolto 4-1 il Longarone dopo il pari a rete bianche della gara di andata. Per gli ampezzani la possibilità di fare l’accoppiata campionato -Coppa,  per il Comelico la possibilità di salire in Seconda senza aspettare i play-off

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi